Fabio Guidotti ci insegna che si può sempre tornare a casa

Settembre 16, 2017

Fabio Guidotti, centrocampista classe 1997 de Il Delfino Flacco Porto, ci insegna che è sempre possibile tornare a casa; specialmente se la mancanza della tua famiglia la senti dopo pochi mesi che, seppur per ragioni di lavoro, sei stato costretto ad abbandonare. Questa è, in sintesi, la storia di Fabio, il quale non è stato per nulla sedotto dalla terra di Goethe, dal momento che ha preferito tornato dopo tre mesi in quella che considera la sua vera famiglia: Il Delfino Flacco Porto, dove ha potuto finalmente riabbracciare tutti i suoi compagni e lo staff, oltre che il Patron Paluzzi, come di seguito ci racconta.

Da poco sono tornato dalla Germania – ci dice – dove sono stato per lavoro, essendo stato impiegato nel campo della ristorazione. Cosa mi ha spinto a tornare? Sicuramente il grande amore e il grande affetto che nutro per la famiglia de Il Delfino, in particolare nei confronti di mister Bonati, il quale è stato sempre presente e paziente nei miei riguardi, ma soprattutto per il grande amore che mi lega al Patron Paluzzi, persona che considero come un secondo padre. La distanza mi ha fatto capire che loro sono i miei punti di riferimento. In Germania non ho giocato al calcio, ma ne ho sentito sempre la mancanza. Finalmente sono tornato nella squadra dove ho sempre giocato cominciando tutta la trafila del settore giovanile. Purtroppo – dice amareggiato Fabio – una pubalgia mi ha impedito di farmi valere anche in prima squadra, ma ora sono tornato, e grazie al lavoro e alla sagacia del mister, farò di tutto per guadagnarmi una maglia da titolare. Ci tengo molto per dimostrare tutta la mia riconoscenza verso mister Bonati e il Patron Paluzzi, che ringrazio infinitamente. Domenica ci attende una partita difficile contro il Casalbordino, ma sono convinto che faremo bella figura; non posso che fare i migliori auguri ai miei compagni per la gara contro i giallorossi, dove spero di esserci sin dall’inizio, così come per tutto il resto del campionato.”

UFFICIO STAMPA DE IL DELFINO FLACCO PORTO