Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Festa a sorpresa per il Patron de Il Delfino!

settembre 17, 2017

Aveva già festeggiato i suoi primi sessanti anni con i suoi amati collaboratori nello spiazzale della sua fiorente azienda, “Il Delfino” in via Stradonetto, per poi replicare nella stessa serata con i suoi familiari: la moglie, la signora Mara, i due figli, Roberto e Gianluca, e suoi 3 splendidi nipoti. Proprio tutti loro, per il grande amore e per la grande riconoscenza che hanno verso il capostipite della propria famiglia, hanno deciso di dedicargli una festa a sorpresa, dove erano riuniti oltre 150 invitati, tra i quali c’erano, oltre ai parenti, gli amici di una vita, e tutto lo staff e i dirigenti della sua adorata squadra di calcio, “Il Delfino Flacco Porto”, particolarmente legati alla figura del proprio Patron, senza il quale la loro grande passione non potrebbe esistere.

Emozionato come un bambino il primo giorno di scuola, il nostro beneamato Quinto, il quale credeva di recarsi ad una cena con sua moglie e i suoi figli, si è ritrovato improvvisamente in una sala piena di amici, i quali, tutti festanti, lo hanno accolto con una marea di applausi e con il classico canto di rito, “tanti auguri”.

Dopo un attimo di spaesamento per questa grande, ma sicuramente graditissima sorpresa, il nostro Quinto non ha potuto fare a meno di ringraziare tutta la sua famiglia e le persone presenti in sala per dirgli ancora una volta auguri.

La festa è proseguita con canti e balli, dove il carissimo Quinto si è letteralmente scatenato, in preda alla gioia e alla felicità per tutto l’affetto che i presenti gli hanno ancora mostrato. Tra di loro c’era anche Don Giampietro, missionario in Africa insieme a Quinto, dove il Patron de “Il Delfino” ha svolto diverse attività benefiche, costruendo una scuola e anche un orfanotrofio per accogliere gli sfortunati bambini africani. Particolarmente significativo, è stato l’appello di Don Giampietro, il quale, dopo avere lodato Quinto per il suo profondo impegno verso i più bisognosi (al nostro Patron è stata anche consegnata una targa di riconoscenza dall’associazione genitori bambini emopatici per la generosa donazione elargita in loro favore), ha invitato tutti i presenti nel devolvere i regali in denaro per questi sfortunati bambini africani, chiedendo a  tutti di fare della beneficenza in loro favore. “Dobbiamo aiutarli a casa loro, e non costringerli a scappare dalle guerre e dalla fame.” Questo è il messaggio congiunto del religioso e di Quinto.

Successivamente, il nostro Patron ci ha voluto raccontare la storia che gli ha permesso di sposare la sua adorata Mara – con la quale in precedenza si era esibito in un dolce ballo sulle immortali note di “Volare” di Domenico Modugno,  che gli ha permesso, inoltre, di abbracciare la Fede in Dio. “Avevo acquistato a rate una barca per pescare, ma le cose non mi andavano tanto bene – ci racconta – avevo conosciuto questa splendida donna (la signora Mara ndc), e dal primo momento che l’ho visto ho deciso che sarebbe stata mia moglie. Ci dissero che avevano avvistato un branco di tonni al largo del mare di Ortona, è un prete ci impartì la benedizione della barca, leggendoci il passo del Vangelo che racconta della pesca miracolosa fatta da San Pietro. Il giorno dopo la pesca miracolosa fu la mia, e con quei soldi potei pagare la mia barca e sposare l’unica donna al mondo che amo. Da lì è cominciata la mia escalation sociale. Ringrazio sempre Dio per tutto quello che ha fatto e che fa per me.”

Quinto ha voluto ringraziare, praticamente ad uno ad uno, tutti i presenti, a cominciare dalla sorella, da alcuni dipendenti della sua azienda presenti, che lui ha aiutato, spesso, a reinserirsi nel difficilissimo mondo del lavoro, fino al suo meccanico di fiducia Christian, un bravissimo ragazzo che si rivolge a lui con l’appellativo di Papà. Già. Perché Quinto è un padre per tutta la grandissima e immensa famiglia de Il Delfino.

GRAZIE ANCORA QUINTO E ANCORA TANTI AUGURI PER I TUOI 60 ANNI!