R. Treciminiere – Il Delfino 1 – 1: un punto amarissimo con beffa e danno nel finale

Settembre 10, 2017

Pareggio che ha il sapore della beffa quello per 1 – 1 scaturito al “Comunale” di Atri, tra il Real Treciminiere e Il Delfino Flacco Porto. La formazione di mister Bonati, espulso dopo la rete del pari rossoverde per motivi a noi per nulla chiari,e, comunque molto discutibili, è stata raggiunta allo scadere dei 5′ di recupero assegnati dal non eccellente arbitro Carluccio de L’Aquila. Il fischietto aquilano, non è sembrato, inoltre, sempre essere ben assistito dal guardalinee Giada di Carlantonio, protagonista di alcune decisioni da matita rossa, come l’assegnazione del corner che ha portato al pari il Treciminiere, parso ai più inesistente, ma soprattutto per avere consigliato all’arbitro l’espulsione di mister Bonati, il quale è stato invitato a lasciare il terreno di gioco dopo il pari dei rossoverdi, con il mister dei portuali in precedenza aggredito verbalmente da un componente della panchina locale. Come se non bastasse, al danno si è aggiunta la beffa, visto che anche il calciatore Merico è finito anzitempo negli spogliatoi, solo per avere chiesto lumi circa l’assegnazione del corner assegnato all’ultimo assalto ai rossoverdi, che ha permesso al Treciminiere di pareggiare una gara che Il Delfino aveva dominato in lungo e in largo, specie nella seconda frazione. Tanta amarezza in casa portuale, per una vittoria che sarebbe stata più che legittima, ma che per colpa della sfortuna e di un arbitraggio parso un po’ troppo casalingo, è venuta meno. A mister Bonati rimane la grande consolazione di potere contare su di un gruppo compatto e di grande qualità.

LA CRONACA DEL MATCH

La seconda giornata del campionato di Promozione regionale, prevede la sfida tra il R. Treciminiere e Il Delfino, con entrambe le formazioni vincenti al loro esordio. Il campo in erba del “Comunale” di Atri risulta essere molto pesante per la grande quantità di pioggia caduta nelle ore precedenti e per tutto il primo tempo. Dopo 8′ Di Felice Lorenzo è costretto ad abbandonare il terreno di gioco per un problema fisico. Il suo posto viene preso da Datore. Al 20′ Clementoni se ne va per via centrali, prima di lasciare partire un tiro dal limite dell’area che sorvola la traversa. Sul ribaltamento di fronte è Sichetti a tentare la conclusione vincente da fuori area, ma senza centrare il bersaglio grosso. Al 21′ bella discesa sulla sinistra di Di Felice per il Triciminiere, il cui cross permette a Tranquilli di calciare dall’altezza del dischetto senza centrare la porta. Al 25′ shot dai 25 metri di Datore, il cui tiro fa la barba al palo. Al 34′ cross alto dalla sinistra di Ligocki, con D’ Incecco che prova una rovesciata deviata in corner. Al 45′ tiro franco di Ligocki con il portiere dei locali che si salva in corner. La prima frazione termina con il punteggio di 0 – 0.

Al calcio d’inizio del secondo parziale c’è subito una incredibile occasione per i portuali, con un tiro di D’Incecco che viene ribattuto dai difensori rossoverdi, la palla arriva sui piedi di De Leonardis che cicca il pallone, il quale si ritrova sui piedi di Camerano, che da ottima posizione sciupa la rete del vantaggio biancazzurro. Si tratta, tuttavia, del preludio al goal, che arriva al 52′ grazie ad un gran tiro dalla distanza di D’Incecco. Al 66′ e al 68′, è sempre D’ Incecco ad avere un paio di ottime chance, senza, però, trovare il raddoppio. Al 73′ punizione da posizione defilata da parte di Ligocki: il tiro di D’incecco scheggia il palo. Prima del pareggio locale, con annesso parapiglia finale, c’è il tempo di vedere gli sfortunati portuali cogliere un altro legno con una conclusione di Datore. Il veleno è nella coda, e nell’ultimo dei 5′ di recupero, con Assogna, sugli sviluppi di un corner assegnato dal guardalinee, per noi molto dubbio, la formazione di Di Marzio raggiunge un insperato quanto immeritato pari. Il parapiglia finale, che vede ingiustamente mister Bonati e Merico farne le spese, è solo una spiacevole parentesi che per dovere di cronaca siamo costretti a raccontare, ma al quale speriamo di non dovere più assistere.

La società sportiva Il Delfino Flacco Porto, al termine del match, ha espresso tutta la sua amarezza e tutto il suo rammarico, per l’increscioso finale di cui si è resa protagonista la  terna arbitrale, la quale ha dato l’impressione di cedere alle continue e pretestuose proteste della squadra di casa, dando sempre l’impressione di lasciarsi condizionare nella direzione degli ultimi minuti di gara, con la certezza che in futuro ci sarà molta più attenzione e rispetto verso una società sana, gestita da persone conosciute per la loro onestà, serietà e professionalità, la quale porta avanti sacrifici in piena e totale armonia con gli obbiettivi che la federazione persegue.

REAL TRECIMINIERE: Angelini, Ferretti (dal 66′ Assogna), Di Felice, Della Sciucca, Marotta (dal 72′ Raschellà), Forcellese, Clementoni, Ferretti, Balmus, Tranquilli, Busiello (dal 46′ Marcone). All. Di Marzio.

IL DELFINO FLACCO PORTO: Falso, Terzini, Rucci, De Leonardis (dal 60′ Pesce, dal 90+5′ Tocco), Ligocki, D’Incecco (90′ Perilli), Casalena, Merico, Camerano, Sichetti, Di Felice L. (dall’8′ Datore, dal 90′ Masciovecchio). All. Bonati.

ARBITRO: Ferdinando Carluccio de L’Aquila (Giada Di Carlantonio e Coccagna di Teramo)

AMMONITI: Ferretti, Clementoni, Ligocki

ESPULSI: Merico

RETI: 52′ D’ Incecco, 90’+ 5′ Assogna

UFFICIO STAMPA DE IL DELFINO FLACCO PORTO